Inps lancia allarme rischio pensionamento a 75 anni

giovani-disoccupati-e-senza-pensione

Tito Boeri presidente dell’ Inps lancia allarme al governo ( da cui per altro ha ottenuto il mandato). Una delle cause maggiori è il problema della disoccupazione giovanile che potrebbe avere effetti devastanti sull’età di raggiungimento della pensione per le generazioni più giovani che rischiano di andare in pensione, con i requisiti minimi, non a 70 anni, ma forse anche cinque anni dopo.

inps lancia allarme

Questo allarme è la conseguenza di uno uno studio tarato sulla classe 1980 composta sia da lavoratori dipendenti che artigiani e simili, ed il risultato è stato quello che è poi sotto gli occhi di tutti, periodi di contribuzione a “macchia di leopardo” che allontanano il periodo di pensionamento sino anche a 75 anni.

La ricetta di Boeri è quella di aumentare la flessibilità in uscita dei lavoratori attuali, anche per questo è stata messa in campo l’A.P.E. ( anticipo pensionistico), lasciando così spazio di entrata ai giovani lavoratori.

Ma, aggiungiamo noi, se per ottenere l’agevolazione con l’A.P.E. devo farmi un altro mutuo decennale o ventennale dopo che ho appena finito ( forse) di pagarmi il mutuo per l’unica abitazione che ho, l’APE può anche volare lontano.

 

Support Seven Courses!

Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit dolor
donate

New articles

Social share

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on telegram
Telegram